Karate-do

Il Karate non è uno sport, ma un'arte, o disciplina, marziale. Che significa questo? Significa che va oltre l'atto fisico, va oltre lo sport, non resta incapsulato nella superficialità di un gesto ginnico. Al contrario, il karate-do si fonda sull'allenamento e sull'integrazione di corpo, mente e spirito, definendo così un percorso di perfezionamento dell'individuo attraverso il perfezionamento della tecnica.

Il Karate Shotokan poggia su 3 pilastri fondamentali: kihon, kata e kumite.

Il kihon ("i fondamentali") costituisce la base. Nel kihon si apprendono le posizioni fondamentali del Karate, le tecniche di attacco e quelle di difesa.
E' molto importante perfezionare le tecniche del kihon. Con esso si prende coscienza del proprio corpo, dei suoi movimenti, delle sue potenzialità.

Il kata è un combattimento immaginario, realizzato con tecniche di attacco e difesa ben precise e codificate. Il kata permette l'esercizio dell'autocontrollo, la respirazione, l'efficacia e allo stesso tempo l'armonia delle tecniche.
Se imparare il kihon è quindi analogo ad apprendere i "vocaboli" di base di un nuovo linguaggio, il kata rappresenta un primo "racconto" articolato composto con tali "vocaboli". Poichè il kata è fatto da tecniche rigidamente codificate (dal maestro Funakoshi), il "racconto" è più simile ad una "poesia".
Praticando il kata, si esercita la costruzione di azioni complesse in un contesto dinamico. Il kata può essere praticato anche con avversari veri invece che immaginari. Si parla in questo caso di kata-bunkai, ovvero di "kata smontato". Si tratta di un passo intermedio verso il kumite, il combattimento.

Il kumite è il terzo pilastro del Karate. Si tratta del combattimento contro un avversario. Rappresenta il passo più complesso dell'apprendimento in quanto si applica in un contsto reale quanto si è appreso in termini di tecnica, controllo del proprio corpo, equilibrio interiore, padronanza della propria mente e delle proprie emozioni.
Tornando al paragone di cui sopra, il kumite è simile ad un discorso libero, fatto con altre persone che liberamente rispondono.
Esistono vari livelli di kumite: kihon ippon kumite (combattimento ad un passo), sanbon kumite (tre passi), gohon kumite (a 5 passi), jiyu ippon kumite (combattimento semi-libero ad un passo), jiyu kumite (combattimento libero).